Le impostazioni dei cookie di questo sito sono impostate su "consenti tutti i cookie". Noi utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito. È possibile regolare le impostazioni dei cookie in qualsiasi momento, nelle preferenze del browser. Ulteriori informazioni

Valutazione e definizione di progressione

Valutazione di Malattia Renale Cronica (MRC)

Valutazione di cronicità

Nelle persone con VFG <60 ml / min / 1,73 m2 (categorie VFG: G3a-G5) o marker di danno renale, bisogna controllare la storia clinica del paziente e le misurazioni per determinare la durata della malattia renale.1

  • Se la durata è >3 mesi la Malattia Renale Cronica (MRC) è confermata. Seguire le raccomandazioni per la CKD.1
  • Se la durata non è >3 mesi, la Malattia Renale Cronica (MRC) non è confermata. I pazienti possono avere una Insufficienza Renale Cronica o malattie renali acute, tra cui il danno renale acuto (AKI), o entrambe. I test devono essere ripetuti di conseguenza.1

Valutazione della causa

Per determinare le cause della malattia renale bisogna valutare il contesto clinico, tra cui la storia personale e familiare, i fattori sociali e ambientali, i farmaci, l’esame fisico, gli esami di laboratorio, la diagnostica per immagini, e la diagnosi.1

Valutazione del VFG

La comunità nefrologica consiglia di utilizzare il valore della creatinina serica e del calcolo del VFG per una valutazione iniziale della patologia renale.1

In quei casi specifici in cui il calcolo della VFG basato sulla creatinina serica non sembra particolarmente acccurato1, si suggerisce di utilizzare test supplementari quali la cistatina C oppure test di misurazione della clearance per la conferma del quadro patologico in oggetto.

Valutazione di albuminuria

Per il primo test della proteinuria, la comunità nefrologica suggerisce, se possibile, un campione di urina della prima mattina, e le seguenti misure: rapporto albumina creatinina (ACR), rapporto proteine urinarie creatinina; striscia reagente per analisi urine per proteine totali lettura automatizzata, test strip per proteine urinarie in analisi manuale ed automatica.1

Si raccomanda che i laboratori clinici riportino il rapporto albumina creatinina (ACR) e il rapporto proteina-creatinina in campioni di urina prelevati a qualsiasi ora, oltre a concentrazioni di albumina o concentrazioni di proteinuria piuttosto che solo le concentrazioni stesse.1

Il termine microalbuminuria non dovrebbe più essere utilizzato dai laboratori.1

Definizione di progressione

Valutare VFG e l’albuminuria almeno una volta all'anno nelle persone con Malattia Renale Cronica (MRC). Valutare VFG e albuminuria più frequentemente per le persone a più alto rischio di progressione, e/o quando il valore avrà un impatto sulle decisioni terapeutiche. La griglia riportata qui sotto indica il numero minimo raccomandato di visite.1