Le impostazioni dei cookie di questo sito sono impostate su "consenti tutti i cookie". Noi utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito. È possibile regolare le impostazioni dei cookie in qualsiasi momento, nelle preferenze del browser. Ulteriori informazioni

Terapie emodialitiche

Le terapie migliori

In NephroCare vogliamo fornire a tutti i nostri pazienti la migliore terapia possibile in base alle esigenze individuali ed alla condizione fisica. La nostra offerta comprende tipologie di trattamento di eccellenza:

Dialisi High-Flux

L'elemento essenziale della dialisi High-Flux è l'uso di dializzatori che hanno pori più grandi per la rimozione di tossine uremiche e fluido.

Nella dialisi convenzionale i prodotti di scarto e gli elettroliti vengono rimossi dal sangue del paziente per diffusione - il movimento di soluti da una soluzione di concentrazione più elevata (sangue) a una concentrazione inferiore (dialisato) attraverso una membrana semipermeabile. L’azoto ureico nel sangue (BUN) è misurato e seguito come riflesso di tutte le tossine che il rene rimuove normalmente.

Con la dialisi High-Flux, il BUN è chiaramente rimosso in modo più rapido. Inoltre le molecole più grandi non riescono ad essere rimosse mediante un trattamento emodialitico convenzionale mentre vengono rimosse con i dializzatori "high flux".

HighVolumeHDF®

La terapia HighVolumeHDF® con i suoi numerosi effetti positivi sui fattori di rischio cardiovascolare, è riconosciuta come la modalità di trattamento di dialisi più efficace1, avvicinandosi alle funzioni fisiologiche del rene naturale.

Con il raggiungimento di elevati volumi di sostituzione, la terapia HighVolumeHDF® è accreditata come la più efficace per l’eliminazione delle molecole di media grandezza.

La terapia HighVolumeHDF® migliora gli outcome dei pazienti ed esercita effetti benefici sui principali fattori di rischio cardiovascolare:

  • ß2-microglobulina serica e livello di fosfato2,3,4
  • risposta infiammatoria5
  • stabilità emodinamica intradialitica6
  • Controllo Anemia7

Questi fattori contribuiscono ad una migliore qualità della vita e ad una maggiore sopravvivenza del paziente.8

Leggi di più sul trattamento HighVolumeHDF®

Ottimizzare le terapie per un miglioramento dei risultati

Per un raggiungimento di risultati ottimali, è necessario affrontare i fattori di rischio cardiovascolare nei pazienti in dialisi.

L'uso di terapie avanzate come la dialisi High Flux o HighVolumeHDF®, sommati alla gestione dei fluidi, migliora i risultati, portando a:

  • rischio di mortalità ridotto
  • minor numero di complicanze cardiovascolari
  • utilizzo ottimizzato delle risorse

Ridotte complicazioni cardiovascolari - Riduzione dell'infiammazione

L'infiammazione è un importante fattore di rischio cardiovascolare per i pazienti sottoposti a dialisi. I livelli serici dei marcatori dell’infiammazione come le citochine e la proteina C-reattiva (CRP) sono più elevati in questi pazienti rispetto alla popolazione generale. La CRP è stata identificata come un fattore "calcolatore" di tutte le cause e di mortalità cardiovascolare nei pazienti in emodialisi.

I pazienti in trattamento con HDF beneficiano per i livelli significativamente più bassi di CRP rispetto ai pazienti trattati con emodialisi Low-Flux HD.