Le impostazioni dei cookie di questo sito sono impostate su "consenti tutti i cookie". Noi utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito. È possibile regolare le impostazioni dei cookie in qualsiasi momento, nelle preferenze del browser. Ulteriori informazioni

Perché c’è bisogno di una fistola?

I nostri vasi sanguigni non sono adatti a fornire un flusso di sangue sufficiente e costante per la dialisi. Abbiamo due tipi di vasi sanguigni: le vene e le arterie.

Le vene si trovano appena sotto la pelle e spesso le possiamo vedere ad occhio nudo. Esse possono essere perforate abbastanza facilmente, ma il flusso di sangue nelle vene è troppo basso per il trattamento di dialisi.

Nelle arterie il sangue scorre con una pressione più elevata che nelle vene ma sono "nascoste" molto più profondamente sotto la pelle e quindi sono molto più difficili da pungere. Inoltre le arterie hanno un forte impulso e una pressione alta non ideale per il trattamento di dialisi.

Quindi c’è bisogno di un particolare vaso sanguigno chiamato fistola creato nel corso di un breve intervento chirurgico unendo un'arteria con una vena: è per questo che si chiama "arterovenosa". Il vaso sanguigno appena creato combina le proprietà delle arterie e delle vene: il flusso di sangue e la pressione arteriosa sono superiori rispetto ad una vena e il vaso sanguigno ha un fremito palpabile, simile a quello che si può sentire quando si tocca una arteria.

La creazione della fistola è uno dei primi passi nella preparazione alla Dialisi, leggi di più su questo argomento.

Le fistole si trovano in genere sull'avambraccio.

Durante il processo di maturazione il diametro e lo spessore della parete del vaso sanguigno crescono rendendo più facile inserire un ago. Questo "processo di maturazione" richiede solitamente 2-6 settimane. Dopo la maturazione la fistola può essere incannulata, consentendo ad una elevata quantità di sangue di fluire nel circuito extracorporeo di sangue e favorendo una emodialisi efficace.

Leggi di più sul processo di maturazione.

Fistola artero-venosa: combina le caratteristiche di un'arteria e di una vena.

  • "artero" deriva da arteria che è un vaso sanguigno che porta sangue che scorre veloce, ricco di ossigeno dal cuore ai tessuti del corpo.
  • "venoso" deriva da vena, che è un vaso sanguigno che porta il sangue lontano dai tessuti al cuore per raccogliere più ossigeno dai polmoni.
  • "Fistola" è una connessione tra due vasi sanguigni che normalmente non si connettono.