Le impostazioni dei cookie di questo sito sono impostate su "consenti tutti i cookie". Noi utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito. È possibile regolare le impostazioni dei cookie in qualsiasi momento, nelle preferenze del browser. Ulteriori informazioni

News

Demenza nei pazienti con Insufficienza Renale Cronica

Recenti studi osservano un declino cognitivo nei pazienti con disfunzioni renali anche ai primi stadi

Demenza nei pazienti con Insufficienza Renale Cronica

Demenza nei pazienti con Insufficienza Renale Cronica: un disturbo spesso sottovalutato

Recenti studi dimostrano che la Demenza nei pazienti con Insufficienza Renale Cronica può manifestarsi anche nelle prime fasi della malattia

Demenza nei pazienti con Insufficienza Renale Cronica

Nel corso di un recente convegno gli esperti hanno focalizzato la loro attenzione su uno degli aspetti meno noti dell'Insufficienza Renale Cronica. Parliamo della riduzione della capacità cognitiva cerebrale. La demenza nei pazienti con Insufficienza Renale Cronica è una circostanza che molti di coloro che ogni giorno lavorano accanto ai pazienti renali hanno sotto gli occhi ma che solo recentemente è stata confermata anche dalla ricerca scientifica.

La demenza da dialisi

Molti studi hanno dimostrato che nei pazienti dializzati si manifesta frequentemente una riduzione significativa delle capacità cognitive con quella che gli esperti definiscono demenza da dialisi (o encefalopatia uremica). Tuttavia, le ricerche più recenti hanno osservato che lievi deficit cognitivi sono presenti anche nelle primissime fasi dell'Insufficienza Renale Cronica e interesserebbero circa un paziente su due.

I dati mostrano che il deficit cognitivo è del tutto indipendente dall'età mentre sembra aggravarsi di pari passo con la riduzione della velocità di filtrazione glomerulare (GFR). Quindi man mano che la funzione renale si deteriora aumenta anche il rischio di un deficit cognitivo. La dialisi non sembra porre un freno a questo processo mentre il trapianto di rene sembra avere un effetto positivo e riuscire a rallentare la demenza.

A conferma di queste teorie c'è anche uno studio della Temple University di Philadelphia, dell’Università del Maine e dell’Università del Maryland, che ha preso in esame i dati longitudinali di 590 soggetti per concludere che la riduzione della funzionalità renale è direttamente associata a un calo delle funzioni cognitive, soprattutto della memoria verbale e della capacità di ragionamento astratto. E la causa, secondo i ricercatori nordamericani, potrebbe essere ricercata nel fatto che entrambi gli organi – rene e cervello – subiscono i danni di possibili disturbi del sistema cardiovascolare.

L'Insufficienza Renale Cronica, una malattia sistemica

E' noto che le patologie renali e l'Insufficienza Renale Cronica siano disturbi sistemici, cioè interessano non soltanto il rene ma anche altri organi causando problemi e patologie anche a polmoni, cuore e cervello. Per questa ragione la gestione e il trattamento della Malattia Renale Cronica non può e non deve prescindere da un approccio multidisciplinare.

 

Riferimenti bibliografici

Demenza nei pazienti con Insufficienza Renale Cronica