Le impostazioni dei cookie di questo sito sono impostate su "consenti tutti i cookie". Noi utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito. È possibile regolare le impostazioni dei cookie in qualsiasi momento, nelle preferenze del browser. Ulteriori informazioni

News

Gestione dei BIG DATA in Nefrologia ed Emodialisi

Il sistema di gestione dei dati clinici in EuCliD®

Gestione dei BIG DATA in Nefrologia ed Emodialisi al SIN

Gestione dei BIG DATA in Nefrologia ed Emodialisi

NephroCare® ha partecipato al 60° Congresso della Società Italiana di Nefrologia tenutosi a Rimini dal 2 al 5 ottobre 2019 illustrando il sistema di gestione dei dati clinici in EuCliD®.

Gli interventi “Tecnologia Digitale: dall’Ottica della Singola Unità Operativa ad una Visione d’insieme della Disciplina” eIndicatori di Processo e Outcomes: Evidenze da EuCliD®” hanno permesso di fare il punto sull'efficacia e l'utilità del Database EuCliD® nell'ottica di migliorare gli outcomes dei pazienti in dialisi.

Il sistema di gestione dei dati clinici in EuCliD®

Come hanno spiegato nei loro interventi il Dr. Stefano Stuard, EMEA Chief Clinical Officer e il Dr. Attilio Di Benedetto, Direttore Medico NephroCare-Italia:

“la problematica della gestione della Malattia Renale Cronica nei suoi 5 stadi si è imposta all’attenzione sia della Comunità Scientifica che degli organi di Governo della Sanità Pubblica, alla luce dell’incremento globale dei soggetti affetti da tale patologia e dell’incidenza dei Pazienti in trattamento sostitutivo (6%), che, correlato al progressivo aumento della loro età media (65.8 +/- 14.5 anni) e della loro anzianità dialitica (6.23 +/- 6.03 anni), comporta un sempre più elevato costo gestionale”.

E', dunque, estremamente importante fare un’analisi critica della qualità delle scelte terapeutiche, per verificare le possibili interrelazioni tra queste scelte e il consumo dei farmaci, gli outcomes, la morbidità e la mortalità dei pazienti.

Numerose società scientifiche si sono dotate di proprie Linee Guida ma non sempre queste indicazioni sono sufficienti, inoltre possono essere inficiate da discrepanze nella loro applicazione o limitazioni secondarie a fattori locali: bisogna quindi implementare un sistema di monitoraggio di Qualità dei dati che verifichi la reale applicazione delle Linee Guida e ne valuti i risultati.

Per ottenere ciò è necessario creare un database per la raccolta dei dati clinici che migliorino la conoscenza dell’epidemiologia della Malattia Renale Cronica (MRC) e, al tempo stesso, consentano valutazioni dei risultati dei trattamenti clinici.

In questo quadro si inserisce il Database EuCliD®, un sistema di raccolta e analisi dei dati clinici creato da NephroCare – primo gestore al mondo di servizi di Nefrologia e Dialisi, presente in Italia in 8 regioni (Lombardia, Lazio, Marche, Molise, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia) – che esegue un costante monitoraggio della pratica medica effettuata nei propri Ambulatori al fine di garantire ai pazienti la migliore Qualità di cura possibile.

Cos'è EuCliD® e come funziona?

EuCliD® è un sistema di raccolta e analisi anonima dei dati del processo dialitico grazie ad un collegamento diretto con il monitor di dialisi finalizzato al miglioramento continuo della qualità del trattamento depurativo. In EuCliD® vengono inoltre raccolti e analizzati sempre in forma anonima i dati di alcuni indicatori clinici (KPI) i cui target sono definiti dalle Linee Guida ERBP (European Renal Best Practice), KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) e KDIGO (Kidney Disease Improving Global Outcomes). Questo tipo di approccio lavorativo si traduce in un miglioramento degli outcomes dei pazienti in dialisi.

Ad oggi oltre 88.000 pazienti di 27 paesi hanno contribuito a migliorare la dialisi grazie al consenso di raccolta in forma anonima dei loro dati clinici in EuCliD®.

L'utilità di EuCliD®

EuCliD® è in grado di confrontare i risultati ottenuti nei diversi Ambulatori NephroCare, con una ricerca continua di strategie per migliorarli secondo l’approccio oggi più accettato del Continuous Quality Improvement (CQI), che punta al progresso continuo della Qualità senza porsi limiti superiori con possibilità di confronto con i Registri Regionali, Nazionali ed Internazionali potenziali database di riferimento.

Il miglioramento dei risultati dei dati raccolti in EuCliD® contribuisce inoltre a ridurre i costi dei trattamenti, diminuendo indirettamente anche il numero di giorni di degenza e la quantità di farmaci utilizzati.

 

Nelle foto qui di seguito sono mostrati: la locandina del 60° Congresso della Società Italiana di Nefrologia,  e il Dr. Di Benedetto.

 

Gestione dei BIG DATA in Nefrologia ed Emodialisi al SIN