Le impostazioni dei cookie di questo sito sono impostate su "consenti tutti i cookie". Noi utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione sul nostro sito. È possibile regolare le impostazioni dei cookie in qualsiasi momento, nelle preferenze del browser. Ulteriori informazioni

Diabete

Il diabete e una corretta alimentazione

L'alimentazione per il diabetico in dialisi

Se sei un paziente diabetico in dialisi non temere: la tua dieta può essere ancora costituita da tanti cibi deliziosi e nutrienti.

L'importante è sapere ciò di cui il tuo corpo ha bisogno e scegliere con attenzione le cose giuste da mangiare. Poche e semplici modifiche alla tua dieta renderanno più facile la tua vita in dialisi e con il diabete.

Tutto quello che dovrai fare è rispettare le cinque buone abitudini alimentari, seguire alcuni facili consigli sull'assunzione dei carboidrati e controllare la glicemia regolarmente.

Pesa i carboidrati

La funzione principale dei carboidrati è immagazzinare energia nel corpo.

Alcuni, come quelli contenuti nello zucchero, sono assorbiti rapidamente, altri carboidrati complessi richiedono più tempo per essere metabolizzati e forniscono energia a lento rilascio.

Tutti i cibi contenenti carboidrati (ad esempio pane, cereali, pasta, riso, verdure amidacee, frutta, succhi e molti dolci senza zucchero) aumentano i livelli di glucosio nel sangue, quindi è importante gestirne attentamente l'assunzione cercando di mangiare ogni tre ore durante il giorno (tra pasti e snack). Uno spuntino (con proteine) prima di andare a letto aiuterà a stabilizzare la glicemia notturna!

Da diabetici, è importante imparare a riconoscere quali alimenti contengono carboidrati ed essere in grado di stimarne le quantità. In questo modo, la quantità totale di carboidrati che si mangia sarà bilanciata con i farmaci e il livello di attività fisica.

Il dietologo deve insegnare un sistema chiamato conteggio dei carboidrati per mantenerne l'assunzione sotto controllo.

Ci sono alimenti che dovrei evitare?

Un'importante fonte di carboidrati nella nostra dieta sono i cereali e i prodotti a base di cereali, come il pane, le torte o muesli. Se i livelli di fosfato lo permettono, scegli prodotti multi-cereali (ad esempio grano e segale) per l'alto contenuto di fibre e perché il livello di zucchero nel sangue aumenta più lentamente (dato che l'assorbimento è più lento). Anche piccole quantità di avena sono una scelta adatta.

Lo stesso vale per verdura fresca, patate, legumi, pasta, latte e alcuni frutti. Tutti questi alimenti hanno un più basso "indice glicemico", cioè quanto velocemente e quanto un alimento aumenti i livelli di glucosio nel sangue. Attenzione però: alcuni frutti molto dolci come l’uva hanno un indice glicemico abbastanza alto.

Mentre nel passato lo zucchero da tavola (saccarosio) era un tabù per i diabetici, oggi una piccola quantità di zucchero preparato sotto forma per esempio di cioccolato va bene come golosità occasionale.

Le bevande zuccherate e i cibi con un alto contenuto di zucchero sono sempre da evitare perché lo zucchero viene assorbito rapidamente e può fare salire bruscamente i livelli di glucosio nel sangue.

Ricorda:

  • i carboidrati aumentano il livello di glucosio nel sangue
  • gestisci con attenzione l'assunzione pesando i carboidrati
  • invece di bevande zuccherate opta per acqua e tisane o thè alla frutta nelle quantità consigliate
  • mangia cereali meno raffinati e per quanto possibile scegli alimenti con un basso indice glicemico (GI)

Controlla il livello di glucosio nel sangue

Normalmente, la quantità di zucchero nel sangue è controllata da un ormone chiamato insulina, prodotto dal pancreas. Durante la digestione, molti alimenti si trasformano in glucosio ed entrano in circolo nel sangue. L’insulina aiuta a spostare il glucosio dal sangue alle cellule, dove viene utilizzato come energia.

Con il diabete, o perché non c'è del tutto o non c’è abbastanza insulina, o perché le cellule non rispondono all'insulina, il corpo non è in grado di dosare pienamente il glucosio nel sangue. Se non vengono trattati correttamente, questi livelli di zucchero nel sangue, o iperglicemia, possono portare al coma diabetico.

Il paziente diabetico deve tenere sotto controllo il proprio livello di glucosio nel sangue utilizzando una macchina di monitoraggio della glicemia (se non ne hai una parlane subito con il tuo medico). Questo semplice test ti dirà in qualsiasi momento se i livelli di glucosio nel sangue sono accettabili e in aggiunta, periodicamente, il medico eseguirà un altro test che misura il livello medio di glucosio nel sangue in un periodo di tre mesi.

A volte mi sento così assetato...

Sapevi che livelli alti di glucosio non controllati nel sangue possono aumentare la sete? Tuttavia, in quanto paziente dializzato, è necessario controllare la quantità di liquidi che consumi per evitare l'iperidratazione, che può avere effetti negativi sul sistema circolatorio. Se controlli il glucosio e lo tieni sotto controllo, riuscirai a gestire la sete e l'assorbimento dei liquidi.

Il tuo dietologo raccomanderà una specifica quantità di liquidi per la tua situazione individuale.

Ho bisogno di vitamine extra?

Una buona scorta di vitamine è essenziale per i pazienti diabetici in quanto possono assorbire una parte delle sostanze nocive nel sangue. Scopri le nostre raccomandazioni sull'assunzione delle vitamine e prendi sempre solo quelle vitamine specificamente raccomandate dal medico.

Ricorda:

  • controlla il livello di glucosio nel sangue regolarmente
  • la glicemia alta ti farà avere più sete: cerca di controllarla bene
  • controlla la quantità di fluidi permessi con il tuo dietologo/dietista o nefrologo
  • un regolare esercizio fisico ti aiuterà a evitare picchi elevati di zucchero nel sangue