News

Come prevenire i calcoli renali: la dieta e lo stile di vita

Quale acqua scegliere e quale dieta seguire: come prevenire i calcoli renali

Come prevenire i calcoli renali

Come prevenire i calcoli renali

I calcoli renali (litiasi renale o nefrolitiasi) sono dei depositi duri, costituiti da minerali e sali, che si formano all'interno dei reni. Questi “sassolini” sono formati dall'aggregazione di sostanze disciolte nelle urine: le più frequenti sono il calcio, l’ossalato, l’acido urico.

In molti casi per eliminare i calcoli è sufficiente assumere degli antinfiammatori e bere una certa quantità di acqua ma in altri casi può essere necessario un intervento, soprattutto se si presentano delle complicanze.

Inoltre è importante sapere che la nefrolitiasi è una patologia caratterizzata da un'elevata percentuale di recidive, quindi è bene seguire costantemente una dieta corretta.
Vediamo quindi come prevenire i calcoli renali facendo le scelte più giuste a tavola e nello stile di vita.

Cibi che non fanno bene ai reni

Iniziamo col dire che una delle cause che spiega, secondo gli esperti, l'aumento dell'incidenza della litiasi renale in Italia è una dieta eccessivamente ricca di proteine animali, tuttavia non è corretto generalizzare perché prima di stilare una dieta per prevenire i calcoli renali è importante individuare che tipo di calcoli siano presenti e, in base al risultato, il Nefrologo può consigliare di ridurre alcuni tipi di cibo.

Alcuni consigli di carattere generale:

  • Mantenere un peso nella norma seguendo un'alimentazione equilibrata e facendo regolare attività fisica.
  • Controllare l'assunzione quotidiana di sale, prediligendo spezie e aromi naturali leggendo anche attentamente le etichette dei cibi confezionati evitando quelli ad alto contenuto di sodio. In particolare occhio ad ingredienti come cloruro di sodio, glutammato monosodico e nitrato di sodio.
  • Mangiare più limoni e bere limonata perché il citrato presente in questi alimenti impedisce la formazione di calcoli.
  • Evitare cibi grassi come condimenti e salse per insalate, gelati e cibi fritti.
  • Cercare di dimagrire lentamente: una rapida perdita di peso può favorire la formazione di calcoli di acido urico.
  • Limitare il caffè, il tè e la cola a 1 o 2 tazze al giorno perché la caffeina può far perdere liquidi troppo rapidamente e favorire la disidratazione.

Acqua per calcoli renali

Il modo migliore per prevenire i calcoli renali è assicurarsi di bere molta acqua (preferibilmente oligominerale) ogni giorno perché mantenere le urine diluite aiuta a impedire che i prodotti di scarto si concentrino troppo e si aggreghino.

Per evitare la formazione di calcoli bisognerebbe bere fino a 3 litri d'acqua al giorno, anche se è bene chiedere al proprio Nefrologo che stabilirà le linee guida alimentari corrette in base al tipo di calcolo.

Ecco qualche consiglio generale per assicurarsi il giusto apporto di liquidi:

  • bevi acqua, ma contano anche bevande come tè e caffè
  • aggiungi il succo di limone fresco alla tua acqua
  • evita le bevande gassate
  • non mangiare troppo sale
  • l'acqua resta l'opzione più salutare ed è la migliore per prevenire lo sviluppo di calcoli renali

Può essere utile osservare il colore delle urine al mattino: più è scuro e più concentrata sarà l'urina e questo è un chiaro segnale che non si sta bevendo a sufficienza.
In caso di attività fisica o di maggiore sudorazione è bene aumentare l'apporto di acqua.

Quale acqua bere per i calcoli renali?

Alla domanda: quale acqua bere per prevenire i calcoli renali rispondiamo che nessuno studio ha evidenziato che un tipo di acqua o una precisa marca siano da preferire alla normale acqua di rubinetto. Non conta, quindi, il residuo fisso.

L’importante è, come detto prima, bere molta acqua chiedendo sempre al Nefrologo indicazioni specifiche sulla quantità massima di liquidi che è possibile assumere rispetto al proprio quadro clinico completo.

Fonti

 

Come prevenire i calcoli renali